La premiazione

Il 20 maggio 2013, a Milano, si è svolta la premiazione del Concorso Nazionale “Le stelle del biologico 2012″. Ecco di seguito l’elenco delle aziende vincitrici.

ELENCO DEI PREMIATI E MENZIONI SPECIALI
ALCE NERO
Iniziativa di comunicazione televisiva
Alce Nero, il biologico da oltre 30 anni – questo lo slogan dell’azienda – è una società per azioni
composta da agricoltori biologici, apicoltori e produttori fairtrade, quelli cioè di un commercio
etico e giusto. Oltre mille i soggetti impegnati a sviluppare un’economia sostenibile e responsabile
che propone un nuovo modo di alimentarsi e che ha fatto del biologico uno stile di vita. Nata da due
cooperative di giovani tra l’Appennino marchigiano e quello emiliano, Alce Nero e Mielizia sono
oggi sinonimo di prodotti buoni, sicuri e sostenibili.
Protagonisti dell’intera filiera: dai campi, nei quali scelgono le varietà più adatte e tradizionali e le
tecniche di produzione più rispettose della materia prima, ai processi di lavorazione eseguiti con
tecnologie innovative e protettive della naturalità degli alimenti. Anche la distribuzione viene
gestita con standard di elevata qualità.

GIROLOMONI
Iniziative di comunicazione su stampa
Dal cuore della provincia di Pesaro Urbino, Gino Girolomoni è riuscito ad andare oltre il biologico.
Il 13 luglio 1977 fonda la cooperativa Alce Nero. Il lavoro aumenta rapidamente e con esso il
fatturato. Gino Girolomoni, da profeta del biologico come viene considerato sul territorio, diventa
sempre di più un vero e proprio imprenditore, pur rimanendo nel profondo un poeta e un sognatore.
Nel 2004 c’è la separazione dal marchio Alce Nero e la nascita del marchio Montebello, con una
grafica che raffigura in sintesi il monastero di Montebello. Nel 2012 Gino Girolomoni viene
tristemente a mancare. Il nomeGirolomoni sostituisce del tutto quello di Alce Nero e Montebello.
Nonostante ciò nulla è cambiato e la cooperativa è ancora in grado di offrire grazie a ciò che Gino
ha lasciato in eredità. Gino Girolomoni ha vinto il premio per la categoria “Iniziative di
comunicazione su stampa”

DEL GIUDICE
Packaging ed etichettatura
Impegno, dedizione, amore per la natura sono i punti fermi del fondatore Nicola Del Giudice che
hanno attraversato tre secoli di storia. L’azienda ha alle spalle quattro generazioni che l’hanno spinta
verso una crescita costante, con i valori di sempre. Oggi il marchio Del Giudice esprime una
profonda vocazione artigianale che affonda le radici nel Molise più puro e nelle regioni vicine di
Abruzzo e Puglia, dove raccoglie quotidianamente il latte fresco. Un’antica sapienza che si rinnova
in chiave moderna accogliendo i progressi della tecnologia.
Il marchio Del Giudice si rafforza giorno per giorno attraverso gli investimenti nei processi
produttivi, la formazione del personale, la qualificazione della forza vendita, l’efficienza
distributiva dei Centri Fresco, i rapporti con i consumatori, i clienti e i fornitori.
La qualità Del Giudice inizia con la selezione degli allevamenti nei quali le attività di alimentazione
delle mucche, mungitura e consegna del latte vedono la stretta collaborazione di tutte le figure
professionali coinvolte.

ZOLLA 14
Comunicazioni dedicate alla vendita diretta
A Carbonera, in provincia di Treviso, l’azienda agricola Zolla 14, ad agricoltura biologica
certificata, si è specializzata nella produzione di succhi di mela. Ce ne sono diversi tipi: dalle Royal
Gala, alle Golden Smith, dalle Fuji alle Renette alle Golden Delicious. Insomma, c’è solo
l’imbarazzo della scelta.
Tra di loro hanno sapori molto diversi, ma hanno una caratteristica che li accomuna, cioè quella di
essere considerati un toccasana per il nostro organismo. Alle mele e al succo si unisce la produzione
di aceto, ricco di vitamine e sali minerali e giudicato ottimo per disintossicare il fegato e per
combattere la ritenzione idrica. Zolla 14 – Organic Farm Project – ha ottenuto la conversione al
metodo di coltivazione biologica sotto il controllo dell’Istituto per la Certificazione Etica e
Ambientale ICEA e negli ultimi anni è considerata presenza fissa agli eventi “bio”.

NATURA SI
Allestimenti e materiali espositivi e cartacei di promozione
NaturaSi, importante catena di supermercati specializzata nella vendita di prodotti alimentari,
biologici e naturali, è oggi una realtà radicata nell’intero territorio nazionale, con un centinaio di
punti vendita affiliati che accolgono i più di 4000 differenti prodotti del marchio. Avvicinare i
consumatori al “benessere alimentare” ed al “consumo informato”, alla biodiversità ma soprattutto
alla qualità: questa la mission principale della società, che da qualche anno ormai è impegnata
nell’intero processo di distribuzione del biologico, a partire dalla produzione. Un processo di
sviluppo che ha permesso di oltrepassare i confini italiani per approdare, già dal 2000, nel mercato
iberico. Dal 1992, NaturaSi si afferma oggi come realtà significativa e rappresentativa del mondo
dell’alimentazione biologica.

NOIBIO
Comunicazione radiofonica
Si definiscono come la risposta ai dubbi sulla provenienza e la qualità dei cibi sulle nostre tavole:
sono tre giovani imprenditori i fondatori di Noi Bio, tutori del consumo informato e certificato.
La necessità di un ritorno alla Natura, con tutti i vantaggi annessi, è il loro obiettivo preponderante.
Trasparenza dei prodotti e lealtà verso i consumatori, ma non solo: la vera missione, per Noi Bio, è
convincere i consumatori che “biologico” non sia solamente sinonimo di qualità, ma sia anche
sinonimo di futuro. A fondamento della loro attività, emerge la volontà di “formare” il consumatore
alla buona alimentazione, attraverso un percorso che mira al consumo critico ed alla macro e micro
consulenza. Nel loro punto vendita, il “BioBar” vengono proposti prodotti certificati e selezionati
secondo rigidi criteri con esclusivo scopo la tutela del consumatore.

ALMAVERDE BIO
Comunicazione su web
Almaverde Bio è il marchio di Almaverde Bio Italia, una società consortile che associa 12 imprese
dell’agroalimentare italiano con una comprovata esperienza nel settore biologico.
Almaverde Bio Italia ha il compito di sviluppare strategie di comunicazione e promozione del
marchio investendo le risorse messe a disposizione dalle imprese socie, che sono licenziatarie in
esclusiva per l’uso del marchio per il proprio settore merceologico, svolgono autonomamente la
commercializzazione, fanno sinergia per lo sviluppo del mercato. Nato nel 2000, Almaverde Bio è riconosciuto come uno tra i primi marchi di biologici in Italia e vanta una gamma di prodotti assolutamente unica nel settore, adatto a tutti i canali commerciali.

Menzioni speciali

CONSORZIO MEDEA
Il Consorzio Medea, acronimo di Mediterranean Ecological Alimetation, è stato promosso da alcune
tra le più rappresentative realtà agrobiologiche della Regione Calabria per valorizzare le produzioni
calabresi ottenute con metodo biologico. I soci garantiscono la propria produzione non solo
attraverso certificazioni di qualità, ma garantendo un prodotto 100% italiano e 100% biologico. Tra
gli obiettivi e le finalità del consorzio ci sono l’istituzione di un marchio di qualità riconosciuto
dalla normativa comunitaria; l’adozione di piani strategici di marketing per promuovere e per
valorizzare il prodotto e le sue caratteristiche e infine la comune programmazione produttiva ai fini
della commercializzazione. Il Consorzio Medea ha vinto la menzione speciale
MOTIVAZIONE DELLA MENZIONE:
Per l’elevata qualità formale del materiale realizzato nell’ambito della misura 133 del PSR
Calabria 2007/2013, per la pregevole coerenza e integrazione dei media utilizzati e per aver
efficacemente coniugato la valorizzazione del proprio territorio e la promozione delle sue
produzioni biologiche.

CONPROBIO LUCANO
La parola d’ordine per Con-pro-bio è semplicità. Il Consorzio Produttori Biologici Lucano è
costituito un gruppo di agricoltori che opera in Basilicata e condivide la passione per la produzione
biologica. La missione è quella di lavorare insieme per individuare clienti rappresentati da famiglie,
comunità e clienti professionali attenti all’alimentazione e all’ambiente. Ognuno dei soci garantisce
la propria produzione con una specifica certificazione di qualità, convalidata da uno degli enti
autorizzati e verificata da una commissione interna al consorzio.
Il Con.Pro.Bio. è attualmente impegnato su tre principali attività:
1) La Commercializzazione
2) la Distribuzione
3) LaProgrammazione Produttiva
Le attività del Con.Pro.Bio. nascono da una profonda conoscenza dei prodotti, del territorio di
produzione, e dei mercati di riferimento, e sovente scaturiscono da specifici programmi di ricerca ed
innovazione tecnologicamente avanzati, realizzati con l’Agenzia Lucana di Sviluppo e Innovazione
in Agricoltura (ALSIA) e con il Dipartimento di scienze dei sistemi colturali, forestali e
dell’ambiente (Università della Basilicata).
MOTIVAZIONE DELLA MENZIONE:
Per aver aggregato diverse aziende agricole lucane in un progetto di vendita diretta in Basilicata,
prevedendo, grazie all’uso intelligente del web , consegne dirette a domicilio, sette spacci aziendali
e partecipazione a mercati ed eventi per l’avvio di un rapporto non mediato con i consumatori.

TREBOTTI
Nel cuore del Lazio, in provincia di Viterbo, l’azienda TreBotti è nata nel 2003 con l’acquisto di
alcuni terreni collinari che, dominando la Valle Teverina e l’Oasi d’Alviano, tra la regione della
Capitale e l’Umbria, segnano il confine tra i comuni medievali di Castiglione in Teverina e CivitellaD’agliano, rinomati da secoli per la coltivazione della vite e dell’olivo. Il microclima, l’esposizione
e le caratteristiche dei terreni, offrono un perfetto laboratorio naturale ove sperimentare e creare
Vino di qualità, seguendo i dettami dell’agricoltura biologica.
La vendemmia 2005 è la prima della storia della Trebotti, le varietà di uve bianche sono le tipiche
della DOC Orvieto, quali Grechetto, Trebbiano e Malvasia, cosí come le varietà rosse, quali
Montepulciano e Sangiovese. I nuovi vigneti sono di Montepulciano, Grechetto, vitigno bianco
d’elezione della zona e di Aleatico, un altro antico vitigno tipico della Tuscia.
MOTIVAZIONE DELLA MENZIONE:
Per aver introdotto, oltre alle bottiglie alleggerite, in modo del tutto innovativo nel comparto dei
vini di qualità, la pur antica pratica dell’imballo a rendere, sollecitando nell’acquirente riflessioni
sull’impatto complessivo dei processi produttivi e sottolineando l’approccio sostenibile che
contraddistingue la produzione biologica.